MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

Radio Alfa 102 registra i boati del terremoto in Irpinia. E’ l’unico documento conosciuto in audio gli eventi del 23 novembre 1980

Questo video è l’unico audio noto del terremoto del 23 novembre 1980. Una stazione stava registrando musica folk, quando ci fu la scossa di terremoto. Il rumore che si sente sotto la musica è dovuto all’oscillazione della testina di registrazione sul nastro dovuta alla vibrazione del terremoto

Alle 19:34 di domenica 23 novembre 1980 un sisma di magnitudo 6.9 della scala Richter distrusse interi comuni in Campania e Basilicata, causando quasi tremila vittime, 8.848 feriti e 300mila sfollatiNello spazio di un minuto e mezzo piccoli e piccolissimi Comuni, un autentico patrimonio italiano, sono stati polverizzati: una tragedia umana enorme segnata da quasi novemila feriti (8.848) e 300mila senzatetto. Al di là dei numeri, il terremoto lasciò martoriate Campania e Basilicata e allargò la sua onda ai vicini Molise e Puglia, fino alla Pianura Padana a nord e alla Sicilia a sud. A quarant’anni di distanza, il ricordo di quella giornata e delle settimane che seguirono, caratterizzate da uno Stato impotente dinanzi al disastro, incapace di coordinare i soccorsi, tardivi e insufficienti nonostante lo sforzo immenso messo in campo dai volontari, è tutt’altro che sbiadito.
AIFA: “VACCINO IN ARRIVO È SICURO, RISPETTATE LE FASI DI VALIDAZIONE”

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

SEGUICI SU FACEBOOK  INSTAGRAM TWITTER

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here