È uno studente 17enne il responsabile del ferimento del ragazzino francese di 12 anni colpito al volto da un cassonetto gettato dalla strada sovrastante la spiaggia di Bergeggi (Savona) nella notte tra venerdì e sabato.

Il ragazzo ha confessato davanti ai carabinieri dopo un primo tentativo di negare l’evidenza investigativa. E il giovane studente accompagnato in caserma dai genitori alla fine ha confessato.

Ai carabinieri ha spiegato di “non sapere che sotto c’erano delle persone” era anzi convinto di “lanciarlo direttamente in mare e si è detto molto dispiaciuto”, ha detto il comandante del Reparto investigativo dei Carabinieri Savona Dario Ragusa.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here