MAmanero
Bar Lazio
onlusAssociazione la compagnia di gesù
True Beauty lab

La Nostra Repubblica riconosce nel 10 Febbraio la giornata del ricordo delle Foibe, per conservare e rinnovare la memoria di tutti gli italiani, fiumani, istriani e dalmati caduti vittime di una vera e propria pulizia etnica, vergognosamente censurata per almeno mezzo secolo.

Le Foibe sono state una vera e propria tragedia, taciuta e sottovalutata per troppo tempo, oggi però secondo Sergio Mattarella bisogna stare molto attenti al negazionismo e nel giorno del Ricordo il suo discorso non lascia spazio ad interpretazioni.

“Una sciagura nazionale alla quale i contemporanei non attribuirono,per superficialità o per calcolo, il dovuto rilievo, esistono ancora piccole sacche di deprecabile negazionismo militante. Oggi il vero avversario da battere, più forte e più insidioso, è quello dell’indifferenza, del disinteresse, della noncuranza, che si nutrono spesso della mancata conoscenza della storia e dei suoi eventi

La persecuzione, gli eccidi efferati di massa, l’esodo forzato degli italiani dell’Istria della Venezia Giulia e della Dalmazia fanno parte a pieno titolo della storia del nostro Paese e dell’Europa. Si trattò di una sciagura nazionale. Questa penosa circostanza pesò ancor più sulle spalle dei profughi che conobbero nella loro Madrepatria, accanto a grandi solidarietà, anche comportamenti non isolati di incomprensione, indifferenza e persino di odiosa ostilità.
Si deve soprattutto alla lotta strenua degli esuli e dei loro discendenti se oggi, sia pure con lentezza e fatica, il triste capitolo delle Foibe e dell’esodo è uscito dal cono d’ombra ed è entrato a far parte della storia nazionale, accettata e condivisa. Conquistando, doverosamente, la dignità della memoria”.

LEGGI ANCHE: L’Anpi prende il Senato per raccontare le foibe “Offesa inaccettabile”

Roma, razzismo in tribuna stampa, insultato Barrow

SEGUICI SU FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

 

 

 

 

MAmanero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here